Storia

Il Museo della Pasta ha radici lontane; è una storia di passione, incontri e occasioni che oggetto dopo oggetto ha dato vita al nucleo fondante la collezione legata a questo alimento simbolo del Made in Italy alimentare. Per scoprire la genesi e la nascita del Museo della Pasta ci facciamo guidare dalle parole e dalla narrazione di Albino Ivardi Ganapini, oggi vice presidente dei Musei del Cibo.

«Tutto iniziò da una telefonata del poeta Attilio Bertolucci a Pietro Barilla: “Vedi di aiutare Ettore Guatelli, un maestro elementare di Ozzano che si è indebitato a forza di raccogliere vecchi strumenti dell’agricoltura di una volta”. Siamo negli anni Ottanta, io lavoravo a fianco di Pietro Barilla all’Ufficio Presidenza. “Va a trovare questo maestro e vedi cosa possiamo fare”. Andai e, al ritorno, gli riferii della massa di cose vecchie e meravigliose che Guatelli ammucchiava nella cascina di Ozzano in cui il fratello era mezzadro. Proposi: “potremmo acquistare una parte degli attrezzi che erano serviti alla coltivazione del grano”. “Mi pare una buona idea – disse Pietro Barilla – anche perché, prima o poi, anche noi dovremo pensare a fare un Museo della Pasta”. Così iniziò l’avventura: gli attrezzi di Guatelli nel 1982, il mulino a pietra di Tabiano nel 1985, il pastificio dell’Ottocento proveniente da Chiavari nel 1993, gli attrezzi, i documenti e le immagini raccolti dall’Archivio Storico, … Tutto depositato a Pedrignano in attesa…
L’occasione di dare corpo all’idea arrivò nel 1999, quando mi trovai a fare l’Assessore provinciale all’Agricoltura e alle Attività Produttive nella giunta di Andrea Borri. Borri pose al centro del suo programma l’idea del riequilibrio territoriale, puntando sulla valorizzazione dei grandi prodotti agroalimentari di Parma e la promozione di attività sui territori che li producono. Per questi prodotti, soprattutto per quelli dotati di denominazione d’origine protetta, la storia e la tradizione sono componenti essenziali del loro valore anche commerciale. “Raccontiamola e facciamola vivere questa storia, che è specifica, non potrà mai essere clonata”. Così nasce la rete diffusa dei Musei del Cibo, templi della memoria, ma anche strumenti per il marketing territoriale. Il Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna in un vecchio caseificio, il Museo del Prosciutto a Langhirano nell’antico foro boario, il Museo del Salame nel Castello di Felino, il Museo del Pomodoro nella Corte di Giarola, dove oggi inauguriamo il Museo della Pasta a cui si aggiunge la Cantina dei Musei del Cibo a Sala Baganza».

Nel 2005 un primo finanziamento europeo ha permesso il restauro dell’ala Ovest della Corte di Giarola destinata ad accogliere sia il Museo del Pomodoro che quello della Pasta. Nel 2011 è stato possibile aprire al pubblico il Museo del Pomodoro. Nel 2013 un ulteriore finanziamento europeo affiancato da risorse del territorio ha permesso il completamento dei lavori e la realizzazione dell’allestimento espositivo, con il restauro integrale del pastificio storico e di un mulino a palmenti.

SCHEDA TECNICA MUSEO DELLA PASTA:

Scheda tecnica Museo della Pasta
A cura di:
Associazione dei Musei del Cibo della provincia di Parma
Presidente onorario: Giampaolo Mora; Presidente: Maurizio Ceci; Vice Presidente: Albino Ivardi Ganapini; Coordinatore: Giancarlo Gonizzi; Tesoriere: Luciano Verderi
Comitato Scientifico: Mario Calidoni, Ubaldo Delsante, Andrea Grignaffini, Alessandra Mordacci, Margherita Sani, Eugenia Tagliaferri, Mario Turci, Mario Zannoni

Con la collaborazione di:
Provincia di Parma, Comuni di Collecchio, Felino, Langhirano, Parma, Sala Baganza, Soragna,
Ente di gestione per i Parchi e la biodiversità Emilia Occidentale,
Camera di Commercio, Industria, Agricoltura ed Artigianato di Parma,
C.N.A., G.I.A., A.P.L.A., A.S.C.O.M., Coldiretti, Unione Parmense Industriali,
Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano, Consorzio del Prosciutto di Parma,
Consorzio del Culatello di Zibello, Consorzio di tutela del Vino dei Colli di Parma,
Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma, Strada del Culatello di Zibello,
Università degli Studi di Parma

Con il contributo di:
Piano di sviluppo rurale UE
Provincia di Parma
Ente di gestione per i Parchi e la biodiversità Emilia Occidentale
Comune di Collecchio

Con il sostegno di:
Agugiaro & Figna
Barilla G. & R. F.lli
Storci

Progetto di restauro e allestimento: arch. Claudio Bernardi, arch. Alberto Bordi, Sauro Rossi, Marco Zarotti
Progetto museografico: Giancarlo Gonizzi
Progetto illuminotecnico: Maurizio Ferraboschi
Testi: Ubaldo Delsante, Giancarlo Gonizzi
Traduzioni: Richard Benecchi, Maria Caruso
Allestimenti: Kairòs – Montecchio (RE)
Filmati e automazione: Omnimedia Group – Parma
Apparecchiature multimediali: Omnimedia Group – Parma

Annunci

3 risposte a Storia

  1. Giancarlo Gonizzi ha detto:

    Buongiorno.
    Avremmo necessità di fare aggiornare alcune informazioni riportate nella pagina: https://museopasta.wordpress.com/info-e-contatti/
    del sito: infatti orari di apertura e costi dei biglietti sono errati e non corrispondo a quelli ufficiali riportati dal sito http://www.museidelcibo.it
    Grazie per la cortesia ed un cortese riscontro.
    Il Coordinatore dei Musei del Cibo della provincia di Parma

  2. museopasta ha detto:

    Buonasera Giancarlo,

    modifiche eseguite. Ho inserito il link al sito ufficiale dei musei del cibo.
    Se desideri che questo sito sia rimosso/chiuso per evitare di rubare visite al sito ufficiale (infatti questo era un blog che avevo fatto per un progetto universitario 4 anni fa) fammelo sapere.
    A presto,

    Elena

  3. Giancarlo Gonizzi ha detto:

    Grazie Elena per la cortesia. Non è necessario rimuovere il sito. Il link va benissimo. Forse sarebbe più semplice non trascrivere le info e lasciare solo il link sito ufficiale, così, anche i cambiamenti futuri potrebbero essere sempre aggiornati senza necessità di continue correzioni.
    Cordialmente.
    Il Coordinatore dei Musei del Cibo della provincia di Parma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...